Home Italia Valsassina, trekking da Vendrogno a Camaggiore

Valsassina, trekking da Vendrogno a Camaggiore

by Elena_myscratchmap

Last Updated on 4 Novembre 2021 by Elena_myscratchmap

La Valsassina è bella in qualsiasi periodo dell’anno, ma in autunno forse ancora di più.

Ok, io probabilmente sono di parte perché follemente innamorata di questa stagione, ma come si fa a resistere ai colori autunnali?

Se siete alla ricerca di qualche idea per ammirare il foliage in questo angolo di Lombardia incastonato tra lago e montagne siete arrivati nel posto giusto: in questo post vi propongo il trekking da Vendrogno a Camaggiore.

Dati tecnici escursione in Valsassina da Vendrogno a Camaggiore

  • Punto di partenza: Vendrogno
  • Punto di arrivo: Alpe di Camaggiore
  • Dislivello: 570 metri
  • Altezza massima: Camaggiore, 1.212 metri s.l.m.
  • Durata: circa 40 minuti fino a San Grato e da lì altri 50 minuti fino a Vendrogno passando per l’abitato di Busè (per il ritorno si può ripercorrere la stessa strada oppure, come abbiamo fatto noi, passare per Noceno e compiere così un giro ad anello di circa 3 ore)
  • Difficoltà: E – Escursionistica

Da Vendrogno al Rifugio San Grato

Il punto di partenza di questo trekking è il piccolo abitato di Vendrogno, in Alta Valsassina.

Per arrivare qui potete percorrere la SS36 seguendo le indicazioni per Taceno e poi Vendrogno oppure salire dal lago passando per Bellano.

Parcheggiata la macchina in uno dei parcheggi gratuiti (provenendo da Taceno trovate un parcheggio sulla destra una volta entrati in paese, vicino alla Chiesa d Sant’Antonio Abate, oppure poco oltre sulla sinistra davanti alla Chiesa della Madonna di Loreto) si imbocca Via Roma, dove si trovano i primi cartelli che indicano “San Grato”.

Valsassina, trekking da Vendrogno a Camaggiore
Il punto di partenza del sentiero lungo Via Roma a Vendrogno

Il sentiero parte subito in salita inoltrandosi in un suggestivo bosco di castagni che in pieno autunno è una distesa di ricci di castagne: mettete in conto di tornare a casa con un bel bottino!

Dopo circa 40 minuti di cammino vi ritroverete sulla strada asfaltata: il mio consiglio è di NON seguire i tornanti, ma di tagliare sempre per il bosco seguendo la scalinata che in pochissimo tempo vi condurrà al Rifugio San Grato,

Prendendo il sentiero panoramico alla sua sinistra arriverete ad uno splendido balcone naturale sul Lago di Como, dove svettano una croce in ricordo ai caduti di tutte le guerre e il piccolo Oratorio di San Grato.

Da San Grato all’Alpe di Camaggiore passando per Busè

Da San Grato il sentiero prosegue sempre nel bosco, ma bisogna prestare attenzione alla traccia che rischia di portare fuori strada.

Il sentiero più ampio e battuto conduce infatti ad altri tornanti asfaltati, mentre in prossimità di un box auto (!!!) ben camuffato con edera rampicante e piante si stacca sulla sinistra il sentiero che dobbiamo seguire noi.

Procedendo in salita nel bosco si arriva abbastanza rapidamente all’abitato di Busè con alcune caratteristiche baite e case di pietra splendidamente recuperate.

Qui alcuni cartelli indicano la direzione da seguire: il sentiero prosegue infatti in saliscendi prima in una faggeta e poi ancora in un castagneto, fino all’ultima salita finale che ci porta a Camaggiore.

Camaggiore, la perla della Muggiasca

Camaggiore è soprannominata “la perla della Muggiasca” e arrivati qui vi renderete conto di quanto questo soprannome sia azzeccato.

Superato il piccolo abitato di Camaggiore con il Rifugio Ragno, ottima base di appoggio per quest’escursione, si arriva infatti alla piccola Chiesetta di San Girolamo.

Da qui la vista spazia dal Lago di Como al Lago di Lugano con l’arco alpino a fare da cornice.

Valsassina, trekking da Vendrogno a Camaggiore
La perla della Muggiasca

Rientro a Vendrogno passando per Noceno

Per il ritorno potete fare la stessa strada dell’andata oppure, come abbiamo fatto noi, compiere un giro ad anello passando per Noceno.

Proprio sotto l’area pic-nic posta di fianco alla Chiesetta di San Girolamo si trova l’inizio del sentiero che porta a Noceno (cartello segnavia su un albero): il sentiero, tutto in discesa, si sviluppa interamente nel bosco e anche qui potrete fare incetta di castagne.

Arrivati a Noceno bisogna seguire la strada asfaltata fino al bivio per San Grato dove tenendo la destra si rientra velocemente a Vendrogno.

Potrebbe interessarti anche:

You may also like

Leave a Comment

Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione Continuando a navigare accetti il loro utilizzo, ma se non sei d'accordo puoi disabilitarli. Accetta Leggi di più