Di nuovo il lago.
Di nuovo Varenna
.
Villa Monastero  è un’altra freccia nell’arco di quella che per me è la più bella del reame.

A differenza delle altre ville sparse sul lago il suo nome non è legato a quello della famiglia che la costruì.
Villa Monastero si chiama infatti così perchè l’edificio originario – che venne poi con il passare del tempo ampliato e ristrutturato – era proprio un monastero femminile cistercense.







 

 

 
 

A partire dall’Ottocento la Villa è sempre stata non solo abitata, ma anche frequentata da personaggi di rilievo del panorama culturale italiano ed europeo.
Al suo interno la Casa Museo, interamente accessibile al pubblico, è famosa in particolare per aver ospitato nel 1954 alcune lezioni di fisica tenute dal Premio Nobel Enrico Fermi.
Nelle sale è possibile ammirare l’eleganza degli arredi, le superbe decorazioni e i preziosi materiali utilizzati.

 

 

 

 

Ma il fiore all’occhiello della Villa è lo straordinario Giardino botanico che si snoda per quasi 2 km, fino alla piccola frazione di Fiumelatte.
I terrazzamenti del Giardino regalano scorci suggestivi, mentre il clima tradizionalmente mite del lago permette la convivenza di diverse specie botaniche, con fioriture che meritano di essere ammirate in ogni periodo dell’anno.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Villa Monastero a Varenna: informazioni pratiche

Il Giardino di Villa Monastero è aperto tutti i giorni da da marzo a dicembre, mentre la Casa Museo è aperta solitamente nei weekend tranne che nel mese di agosto quando è aperta tutti i giorni.
Il biglietto d’ingresso del solo Giardino è di 5€, mentre il biglietto cumulativo con la Casa Museo è di 8€.
Maggiori informazioni le potete trovare direttamente qui: http://www.villamonastero.eu/index.php/it/tariffe-e-orari

 

Potrebbe interessarti anche:

You may also like

2 comments

I viaggiascrittori 30 Marzo 2016 - 2:50 pm

Ma che bella! Varenna sarà probabilmente tra le nostre gite di primavera/estate. Mi segno questa villa nell'itinerario!
[Chiara]

Reply
Elena Myscratchmap 31 Marzo 2016 - 6:45 am

Vi consiglio di fare un salto anche al Castello di Vezio allora!

Reply

Leave a Comment

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More

Privacy & Cookies Policy