#throwbackthursday a Bologna

by Elena_myscratchmap
0 comment

Bologna è una di quelle città in cui non ci si stanca mai di tornare.

Che sia per un weekend, per un giorno o anche solo per mangiare un piatto di tortellini, Bologna ti accoglie sempre a braccia aperte.

E allora #throwbackthursday a Bologna!

Ciao, Lucio

Piazza Maggiore è il cuore grande di Bologna

Il lampione all’angolo tra piazza Nettuno e via Rizzoli è speciale: con un lampo di luce rende infatti omaggio ad ogni nuovo nato negli ospedali Sant’Orsola e Maggiore

Cartolina dall’alto dei 498 scalini della Torre degli Asinelli

Che poi tutti ci ricordiamo il nome della Torre degli Asinelli, ma c’è anche la sorella minore: la Torre della Garisenda

E chi non la vorrebbe una biblioteca come quella della Salaborsa?

– A Bologna, in un vespro d’’ottobre, con mio padre entrai nella chiesa di Santa Maria della Vita.
Puoi tu immaginare cosa sia l’urlo pietrificato?
Le parole sono quelle di Gabriele D’Annunzio di fronte al Compianto sul Cristo Morto, il capolavoro di Niccolò dall’Arca custodito nella Chiesa di Santa Maria della Vita

A Bologna i portici, gli archi, le cupole, tutto fa pensare ad una rotondità carnosa.
Lo stesso dialetto, l’accento, sono abbondanti e tondeggianti

Guido Piovene

Avete mai sentito parlare dell’effetto cannocchiale?
Percorrendo il lungo corridoio al secondo piano dell’Istituto Ortopedico Rizzoli noterete che più vi avvicinerete alla finestra e più la Torre degli Asinelli si allontanerà, mentre più vi allontanerete e più la Torre vi sembrerà vicina!
Di tutti i segreti di Bologna, questo è indubbiamente il mio preferito

Non si può andare a Bologna e non salire a San Luca

You may also like

Leave a Comment

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More

Privacy & Cookies Policy