Cosa vedere nelle Cotswolds: itinerario (con mappa) tra i villaggi più belli

by Elena_myscratchmap
Itinerario-Cotswolds

La campagna inglese, i cottage di pietra, le sale da tè che profumano di scones appena sfornati, i manieri ricoperti di edera e quell’atmosfera di altri tempi che fa molto romanzi di Jane Austen.

Sto parlando delle Cotswolds, dichiarate non a caso Area of Outstanding Natural Beauty e meta perfetta per un weekend tra dolci colline e villaggi color miele, uno più bello dell’altro.

Ma cosa vedere nelle Cotswolds allora? In realtà non c’è una risposta giusta: non c’è infatti paesino che non meriti una sosta anche solo per curiosare in una libreria o gustarsi un afternoon tea.

Noi abbiamo visitato le Cotswolds in giornata, partendo da Bath il mattino molto presto, ma se riuscite a trascorrere nelle Cotswolds un weekend lungo di certo ve le godrete ancora meglio.

Ecco la mappa del nostro itinerario nelle Cotswolds:

Castle Combe

Siamo arrivati a Castle Combe la mattina prestissimo: praticamente a girare per quello che si è aggiudicato il titolo di più bel villaggio d’Inghilterra c’eravamo solo noi…e gli spazzini!
La levataccia però è valsa decisamente la pena perché passeggiare tra le stradine di una Castle Combe non ancora invasa dai turisti è stato davvero magico.

Noi abbiamo gironzolato senza una meta precisa, assaporando l’atmosfera da film tra gli antichi cottage in perfetto stile inglese, lussuose country house e curatissimi giardini da cui spunta persino una cabina del telefono (rossa, of course) fino ad arrivare all’incantevole ponte sul fiume Bybrook: la cartolina più famosa di Castle Combe e probabilmente di tutte le Cotswolds.

Il ponte sul fiume Bybrook a Castle Combe
Cosa vedere nelle Cotswolds

Bibury

Bibury rapisce al primo sguardo, non appena gli occhi si posano sulla celeberrima Arlington Row.
Questa fila di cottage dai tetti appuntiti e perfettamente allineati, conferiscono a Bibury un fascino così romantico che non mi sarei stupita se fosse comparso Jude Law direttamente dal film L’amore non va in vacanza.

Bibury è davvero piccino, forse il più piccolo dei villaggi delle Cotswolds, ma ci scommetto che ve ne innamorerete!

Arlignton Row e un cigno
I cottage di Arlington Row
Cosa vedere nelle Cotswolds: itinerario (con mappa) tra i villaggi più belli

Bourton-on-the-water

Su Bourton-on-the-water avevo un po’ di perplessità per via del paragone – come sempre azzardato – con Venezia, ma dopo esserci stata vi confermo che merita in ogni caso una visita.
Se come noi poi arrivate qui senza aver fatto colazione, vi consiglio di gustarvi una super english breakfast al De la Haye’s Café Tea Room: con la pancia piena Bourton-on-the-water vi sembrerà ancora più deliziosa!

La Venezia delle Cotswolds, dicevamo, è attraversata dal fiume Windrush su cui si intrecciano una serie di ponticelli di pietra che permettono di passare da una riva all’altra offrendo scorci pittoreschi.
Se è una bella giornata non sarà strano vedere tantissimi inglesi con le gambe a mollo nelle acque (gelide) del fiume e intenti a gustarsi un bel pic-nic sul prato.

A Bourton-on-the-water è possibile poi visitare il Model Village, una perfetta ricostruzione del villaggio in miniatura, e il Cotswolds Motoring Museum per un affascinante viaggio nel mondo dei motori che piacerà soprattutto ai bambini.

Canali di Bourton-on-the-water
Cosa vedere nelle Cotswolds: itinerario (con mappa) tra i villaggi più belli

Lower Slaughter

Sarà che abbiamo avuto la fortuna di visitarlo in orario di pranzo e ci siamo ritrovati a camminare per le sue stradine in totale solitudine, ma Lower Slaughter è il villaggio delle Cotswolds che ho preferito di più.

Lower Slaughter è un meraviglioso quadro dalle tinte delicate, un acquerello con le case che si riflettono sul placido fiume Eyre, un antico mulino ancora funzionante, fiori ovunque e una bellissima chiesetta.

Ecco, io Miss Marple me la immagino vivere in un paesino come questo.

Lower Slaughter sul fiume Eyre
Cosa vedere nelle Cotswolds: itinerario (con mappa) tra i villaggi più belli

Stow-on-the-wold

Più che un villaggio, una cittadina, ricca di negozi di antiquariato, sale da tè e bellissime librerie dove curiosare alla ricerca di qualche second hand da portare a casa.

Stow-on-wold merita di essere esplorata con attenzione, partendo dalla sua Market Square per poi infilarsi nelle sue stradine più nascoste.

Qui poi c’è anche un posto speciale che se amate le storie di mondi incantati non potete proprio perdere. Entrate nel cortile della S. Edward Church, girateci intorno e fermatevi di fronte alla piccola porticina di legno racchiusa tra due antichi alberi: si dice che proprio qui Tolkien abbia trovato l’ispirazione per le Porte di Durin…semplicemente magico!

Cosa vedere nelle Cotswolds: itinerario (con mappa) tra i villaggi più belli

Broadway

Il villaggio di Broadway è famoso per la sua torre che in realtà si trova a qualche chilometro dal paese.

La Broadway Tower è uno dei monumenti più iconici delle Cotswolds: svetta solitaria su una collinetta a 312 metri di altezza sul livello del mare e da qui, dal secondo punto più alto delle Cotswolds, è possibile ammirare un panorama mozzafiato sulla campagna inglese.

La sua storia è curiosa e salendo in cima ne potrete ripercorrere le tappe: si tratta di un esempio di quello che gli inglesi chiamano “folly”, una follia o un capriccio per meglio dire, che in questo caso si deve alla moglie del Conte di Coventry.
Lady Coventry infatti si chiedeva se posizionando un faro su questa collina, questo potesse essere visto dalla sua residenza nel Worcestershire e sponsorizzò la costruzione della torre per scoprirlo.

L’esperimento riuscì, ma ad onor di cronaca c’è da dire che la Broadway Tower venne poi utilizzata nel corso delle due guerre mondiali dal Royal Observer Corps come punto di osservazione per tracciare gli aerei nemici e durante la Guerra Fredda venne perfino costruito un bunker nucleare.

Cosa vedere nelle Cotswolds: itinerario (con mappa) tra i villaggi più belli

Una tappa alla Broadway Tower è la degna ciliegina di un itinerario nelle Cotswolds.

Come raggiungere e muoversi nelle Cotswolds

L’area delle Cotswolds, che si trova ad ovest di Londra, abbraccia sei contee:  Gloucestershire, Oxfordshire e parte di Wiltshire, Somerset, Worcestershire e  Warwickshire. 
L’aeroporto più comodo per arrivare nelle Cotswolds è sicuramente quello di Bristol, ma anche quello di Birmingham potrebbe essere una valida alternativa.

Se come noi provenite dalla Cornovaglia e dal Devon, Salisbury e ancor più Bah possono essere delle ottime basi di partenza.

Come muoversi invece nelle Cotswolds? L’auto è il mezzo ideale per spostarsi da un villaggio all’altro, tanto più che le distanze sono davvero ridotte e all’inizio dei paesi si trovano facilmente aree di parcheggio (a pagamento) dedicate.
Guidare nella campagna inglese poi sarà un vero piacere!

You may also like

Leave a Comment

Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione Continuando a navigare accetti il loro utilizzo, ma se non sei d'accordo puoi disabilitarli. Accetta Leggi di più