Home Italia Asolo, la città dei cento orizzonti

Asolo, la città dei cento orizzonti

by Elenamyscratchmap
Published: Last Updated on
Asolo la città dei cento orizzonti

La prima volta che ho visto Asolo è stata in occasione di una trasferta di lavoro: una passeggiata dopo cena, in una sera d’inverno, ma tanto è bastato a far scoccare la scintilla.

E così appena ho potuto  ad Asolo ci sono ritornata con calma.

Quando poi ho scoperto che qui ha vissuto una delle più grandi viaggiatrici di tutti i tempi, beh era come se mi chiamasse.


Freya Stark è stata un’esploratrice britannica, un’avventuriera di altri tempi nel senso più nobile del termine. Immaginatevi una donna che – tra gli anni ’20 e ’30 del secolo scorso – viaggia, da sola, in Medioriente.
Molti storcerebbero il naso ancora adesso, figuriamoci allora!


Ma dopo ogni viaggio Freya tornava ad Asolo, il suo rifugio tra un’avventura e un’altra. 

 

 
Asolo, la città dei cento orizzonti
Villa Freya

 

E non è difficile capire il perchè.
Da Caterina Cornaro Regina di Cipro a Eleonora Duse, passando per Giosuè Carducci e Robert Browning, fino a Igor Stravinskij e Ernest Hemingway: tutti sono rimasti incantati da questo borgo sospeso nel tempo che continua ad esercitare un fascino incredibile.

Asolo, la città dei cento orizzonti
Fuori dal tempo

            

Asolo, la città dei cento orizzonti
Omaggio agli ospiti illustri di Asolo

 

Asolo è da vivere lentamente: salite fino alla Rocca, entrate nel Castello, girovagate senza meta tra le sue stradine.

 
Asolo, la città dei cento orizzonti
La Rocca che domina Asolo dall’alto
Asolo, la città dei cento orizzonti
Il Castello
 
 
 
Asolo, la città dei cento orizzonti
Caccia alla finestrella più bella


Gettate lo sguardo e il cuore oltre l’orizzonte.
E lasciatevi ispirare a vivere una nuova avventura.
Proprio come faceva Freya.

Asolo, la città dei cento orizzonti
Surely, of all the wonders of the world, the horizon is the greatest

I have no reason to go, except that I have never been, and knowledge is better than ignorance.
What better reason could there be for travelling?

 

Potrebbe interessarti anche:

Potrebbe interessarti anche

Leave a Comment