Andar per castelli a Bellinzona

by Elenamyscratchmap

Non so voi ma io adoro i castelli.

Figuriamoci quando ho scoperto che a Bellinzona ce ne erano addirittura tre di castelli.

Potevo forse resistere? Ovviamente no!

Facciamo l’appello: Castelgrande, Montebello, Sasso Corbaro. Tipo i tre moschettieri.

Dichiarati Patrimonio dell’Umanità nel 2000, si ergono maestosamente uno sopra l’altro in un bellissimo gioco di prospettiva, a protezione della città che – a seconda di dove la si guarda – è soprannominata Chiave delle Alpi o Porta d’Italia.

Proprio la sua posizione così strategica ha portato alla costruzione di una serie di roccaforti difensive, messe a presidio di questa valle in cui si incrociano le vie che portano al San Gottardo, al Lucomagno e al San Bernardino.

Iniziamo da Castelgrande. E’ il primo castello che si incontra percorrendo la Salita di San Michele che diparte dalla centralissima Piazza Collegiata (segnalo che per i più pigri c’è anche l’ascensore, incastonato nella roccia che sale direttamente dalla piazzetta sottostante).

Superato l’arco d’ingresso si è catapultati direttamente nel Medioevo.
La Torre Bianca e la Torre Nera si fronteggiano nello spiazzo rinchiuso dall’imponente cinta muraria da cui si stacca la murata che è possibile percorrere in tutta la sua lunghezza.

Il Castello di Montebello è invece dall’altro lato rispetto a Castelgrande.
Lo si può raggiungere sempre partendo da Piazza Collegiata, ma prendendo questa volta la Salita al Castello di Montebello.

Inutile dire che anche da qui la vista su Bellinzona è spettacolare.

Per arrivare a Sasso Corbaro si sale ancora più su.

Arroccato a 230 metri d’altezza sopra il livello della città, è il castello di vedetta: semplice, senza fronzoli.
Ma soprattutto immerso in uno scenario da favola.


Bellinzona è così vicina all’Italia, non solo geograficamente, ma anche linguisticamente e culturalmente, che forse per questo è difficile considerarla già come la Svizzera che tutti immaginiamo.

Quello che posso dirvi è che merita sicuramente di essere scoperta.

Informazioni pratiche

Per muoversi sulle superstrade e autostrade svizzere è necessario acquistare la vignette.
A differenza di altri paesi europei, è disponibile solo nella versione annuale con validità 14 mesi (12 mesi dell’anno solare + dicembre dell’anno precedente e gennaio dell’anno successivo).
Il costo attuale è di 38,50€. Maggiori informazioni sono disponibili qui.

I castelli di Bellinzona sono aperti tutto l’anno: da aprile ad ottobre dalle 10.00 alle 18.00, da novembre a marzo fino all 17.00.
Il biglietto d’ingresso a ciascun castello è di 5 CHF (10 CHF con l’ingresso a mostre temporanee).
E’ possibile inoltre acquistare un biglietto cumulativo per l’ingresso ai castelli, alle mostre e al Museo Civico Villa dei Cedri al costo di 15 CHF. 

Potrebbe interessarti anche:

You may also like

2 comments

Andrea Pizzato 27 Gennaio 2016 - 10:39 am

wow che belle foto! sempre affascinanti i castelli!

Reply
Elena Myscratchmap 28 Gennaio 2016 - 7:14 am

Un salto indietro nel tempo!

Reply

Leave a Comment

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More

Privacy & Cookies Policy