#Throwbackthursday

#throwbackthursday a Kyoto

5 Settembre 2019
#throwbackthursday a kyoto

Per il primo post della rubrica #throwbackthursday vi porto in Giappone.

E nell’eterno dilemma che affligge ogni viaggiatore al suo ritorno – ovvero se gli sia piaciuta di più Tokyo o Kyoto, senza peraltro sapersi decidere – io vi propongo per prima l’antica capitale.

Kyoto che è di un’eleganza delicata, di una bellezza struggente e senza tempo, che seduce e conquista.

Ecco qui il mio #throwbackthursday a Kyoto.

Il biglietto d’ingresso del Kinkaku-ji che ora è diventato uno dei miei segnalibri preferiti: non è bellissimo?

Geishe durante un’esibizione al Gion Corner: quando l’essere donna diventa un’arte

5+2+3+2+3: l’enigma delle quindici rocce del Ryoan-ji

Kyoto ha fortuna, fortuna e palazzi,
tetti alati, gradini in scala musicale.
Attempata ma civettuola, di pietra ma viva,
di legno ma come se crescesse dal cielo alla terra
– Wislawa Szymborska

Campanelle e preghiere al Kyomizudera

Kyoto letteralmente significa “capitale di tranquillità e pace

Ma Kyoto è anche case da tè dove gustare una tazza di matcha accompagnata da uno yokan, un dolcetto gelatinoso a base di agar, zucchero, amido e fagioli rossi azuki
(so quello che state pensando: Mila Fagiolirossi…!!!)

Secondo un proverbio giapponese “il bambù che si piega è più forte della quercia che resiste”

La magia dei mille torii rossi del Fushimi Inari al calar della sera

Il nostro appuntamento serale con lo spettacolo di luci e suoni alla stazione di Kyoto prima di andare a dormire

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *