""

Scoprire le tradizionali arti giapponesi al Gion Corner

21.10.15

Durante l'organizzazione del nostro viaggio in Giappone avevo iniziato ad informarmi su come assistere ad una Cerimonia del tè o ad uno spettacolo di teatro Kabuki... salvo poi desistere dopo averne scoperto la durata!

Ero ormai rassegnata quando mi sono imbattuta nel favoloso mondo del Gion Corner.

Sebbene a prima vista possa sembrare una trovata turistica, in realtà il Gion Corner rappresenta un modo accessibile per conoscere le tradizionali arti giapponesi.

Si tratta ovviamente di una rappresentazione sintetica, una sorta di bigino delle arti dello spettacolo giapponese, che permette però di scoprire un mondo che altrimenti rimarrebbe inavvicinabile.

Sette arti condensate in sessanta minuti, tutte su un unico palcoscenico.

Lo spettacolo si apre con la tradizionale Cerimonia del tè eseguita nello stile ryurei, dove gli ospiti - scelti tra il pubblico - vengono fatti accomodare su degli sgabelli anzichè in ginocchio sul tatami.

Ciò che colpisce di questa rappresentazione è la precisione dei movimenti, eseguiti in modo deciso ma allo stesso tempo delicato.






Durante la Cerimonia del tè sul palco principale vengono proposte altre due rappresentazioni: l'Ikebana ovvero l’arte di creare le composizioni di fiori e lo Zither koto, un antico strumento giapponese a sei corde suonato con plettri d'avorio.

E' poi il momento del Maigaku, musiche e danze indigene giapponesi suonate e ballate al cospetto della Corte Imperiale, nei santuari e nei templi.

Costumi bellissimi e musica in crescendo sono le caratteristiche di questa rappresentazione che diventa via via sempre più coinvolgente.





Il Kyogen è invece una forma di teatro che porta sulla scena la vita di tutti i giorni con un taglio comico.

Bravi ed espressivi gli attori che, nonostante la maggiorparte del pubblico in sala non fosse giapponese, hanno saputo strappare molte risate.




Ma la punta di diamante del Gion Corner è sicuramente la Danza kyo-mai, una danza elegante eseguita da maiko dalle acconciature bellissime e avvolte in splendidi abiti.

Indubbiamente la rapppresentazione che mi è piaciuta di più. Sensuale e struggente allo stesso tempo.











A chiusura uno spettacolo di Bunraku, il tradizionale teatro delle marionette giapponesi. Molto molto suggestivo.




E a voi è mai capitato di assistere a uno di questi spettacoli?


Informazioni pratiche
Il Gion Corner si trova in una traversa di Hanami-koji dori, la strada principale di Gion, precisamente Yasaka Hall vicino al teatro Gion Kobu Kaburenjo.

Può essere raggiunto dalla stazione di Kyoto prendendo l'autobus 206 o 100 - fermata Gion.

Gli spettacoli vengono proposti praticamente tutti i giorni in due orari, alle 18.00 e alle 19.00. Soprattutto in piena stagione turistica cercate di presentarvi all'ingresso con largo anticipo: i posti migliori sono infatti le prime file e comunque privilegiate i posti a destra, vicino al palco più piccolo dove si svolgerà la Cerimonia del tè.

Il biglietto d'ingresso costa normalmente 3.150¥, ma dal 1 luglio al 28 febbraio ai turisti non giapponesi viene applicato un prezzo speciale di 2.500¥.

Maggiori informazioni le trovate qui.







 









You Might Also Like

0 comments

November Travel Quote

A journey is like marriage. The certain way to be wrong is to think you can control it.
John Steinbeck

COMMUNITY

COMMUNITY